Positano è un antico borgo marinaro, perla della Costiera Amalfitana. Divenuto una delle più eleganti e note stazioni climatiche della Divina Costiera, sorge in una stupenda e suggestiva posizione panoramica lungo uno dei tratti costieri più belli della costa affacciata sul mare Tirreno.

Il suo abitato, unico nel suo genere perché concepito su asse verticale, si arrampica, in un’incredibile piramide, su un contrafforte dei Monti Lattari, adagiandosi a ventaglio su splendide terrazze che degradano in una cala romantica, conferendole la caratteristica fisionomia di un presepe: un sogno seducente di piccole case bianche addossate l’una sull’altra e sospese tra mare e cielo, di oasi di palme orientali, di macchie e agrumeti nei caratteristici terrazzamenti, quasi a sfidare la forza di gravità; e poi il mare blu cobalto che riesce sempre a rinnovarsi inventando nuovi ricami tra rocce a strapiombo che vanno a fondersi con arenili scuri e finissimi.

Tipici i suoi piccoli corsi ricchi di negozi e botteghe, dove poter acquistare prodotti dell’artigianato locale come i coloratissimi abiti della Moda Positano.  Al centro di Positano, spicca la grande cupola maiolicata della chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta che custodisce alcune preziose opere, tra cui alcuni altari in marmo policromo. Tra le spiagge principali di Positano ricordiamo la Spiaggia Grande e quella di Fornillo, entrambe raggiungibili a piedi; La Porta, Arienzo e San Pietro Laurito, tutte accessibili principalmente via mare. Di fronte le “Sirenuse”, quattro isolotti incastonati nella distesa azzurra del mare, e gli scogli Li Galli, che furono rifugio di Rudolph Nureyev.

Positano è il primo paese della Costiera Amalfitana, per chi proviene da Sorrento, lungo la strada tortuosa in un ambiente unico, tutelato dall’Unesco in quanto perfetto esempio di paesaggio mediterraneo con uno scenario di grandissimo valore culturale e naturale dovuto alle sue caratteristiche topografiche e alla sua evoluzione storica.